Cresce il mercato dell’imaging molecolare

Una nuova analisi, intitolata «European Molecular Imaging Markets» e curata da Frost & Sullivan, rileva che il mercato dell’imaging molecolare ha prodotto entrate per 276 milioni di dollari nel 2011, e stima che questa cifra raggiungerà quota 388,4 milioni di dollari nel 2018. La ricerca riguarda la tomografia a emissione di positroni (PET), la tomografia a emissione di fotone singolo (SPECT) e la tomografia planare. La scoperta di nuovi radiotraccianti estende l’utilizzo di questa tecnica: oltre all’oncologia e alla cardiologia, il prossimo campo di applicazione clinica sarà la neurologia. C’è però un urgente bisogno di tecnici di laboratorio e medici qualificati che possano acquisire e interpretare efficacemente le immagini: è una sfida importante che si dovrà affrontare.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati