DNA e nanopori

Un problema alla base delle moderne metodologie di sequenziamento del DNA: come fare passare un suo filamento attraverso un nanoporo? Serve cautela, almeno stando a uno studio di un gruppo di ricercatori della Sissa di Trieste e della University of California di San Diego. Utilizzando una simulazione matematica i ricercatori hanno infatti scoperto che è meglio “tirare” con delicatezza i filamenti di DNA, senza applicare troppa forza, perché si rischia di bloccare definitivamente il transito della molecola nel nanoporo per il troppo attrito. Lo studio, comunque, è solo un primo passo. Per avere dettagli quantitativi sul processo – qual è la soglia esatta di forza da non superare e come bisogna dosarla per massimizzare l’efficienza di questa metodologia di sequenziamento – serviranno altri approfondimenti teorici e infine delle verifiche sperimentali.

 

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati