Grafene, un passo verso la superfluidità

Un’importante conquista scientifica nel campo della superfluidità, lo stato della materia in cui i liquidi hanno viscosità pari a zero e quindi possono scorrere senza attrito. L’hanno ottenuta ricercatori dell’Università di Camerino, coordinati da Andrea Perali e David Neilson, che hanno predetto l’esistenza di superfluidità ad alta temperatura in un dispositivo a base di grafene, costituito da fogli sottilissimi di carbonio, quantistico ad alta efficienza, realizzabile con le tecnologie di sintesi già esistenti nei più avanzati laboratori di nanomateriali.

 

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati