Inibitori delle JAKs quali agenti antiinfiammatori

AQH6663.TIFLe Janus chinasi (JAKs) sono una famiglia di tirosin-chinasi intracellulari che giocano un ruolo essenziale nella trasduzione di segnali legati alle citochine e coinvolte nella patogenesi di numerose malattie infiammatorie. Di conseguenza, le JAKs sono state recentemente oggetto di attenzione da parte dell’industria farmaceutica quali target per lo sviluppo di nuovi agenti terapeutici antiinfiammatori. Telliez e colleghi propongono nella loro recensione un sunto degli sforzi finora fatti per giungere allo sviluppo di tali principi attivi, nonché una dettagliata descrizione delle vie metaboliche coinvolte nell’attivazione delle JAKs. In particolare, ne emerge che numerose case farmaceutiche (Roche, Novartis e altre) stanno attivamente studiando inibitori selettivi delle JAKs, fra cui alcuni in fase di studio clinico avanzato, quali per esempio il ruxolitinib per l’artrite reumatodie; altri, come il tofacitinib per il trattamento delle malattie infiammatorie intestinali, sono già commercialmente disponibili.
J. D. Clark, M. E. Flanagan, J.-B. Telliez, Discovery and Development of Janus Kinase (JAK) Inhibitors for Inflammatory Diseases,: J. Med. Chem., 57(12): 5023–5038 (2014)

di D. Merli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati