L’accumulo di metaboliti tossici nella patata dolce durante l’ammuffimento

(Wikipedia)

(Wikipedia)

Molte specie botaniche, in seguito all’attacco di parassiti o muffe, producono metaboliti tossici atti a rendere il vegetale stesso inappetibile per l’aggressore. È questo anche il caso della patata dolce (Ipomoea batatas L. Lam), che diventa non commestibile se viene attaccata dalla muffa Rhizopus stolonifera. Infatti, è da tempo noto che la pianta sintetizza in queste condizioni l’ipomemarone, un furanoterpenoide che agisce come potente epatotossina; le quantità accumulate dai tuberi tubero possono essere tanto ingenti da indurre anche il decesso nel bestiame che si ciba della piante, e rischi considerevoli esistono anche per l’uomo. Il fatto finora poco noto è se la tossina si distribuisce anche nei tessuti vegetali apparentemente non infetti o se si concentra solo là dove sono evidenti i segni dell’infezione fungina; la differenza è cruciale perché si potrebbe ingenuamente pensare di rimuovere la parte infetta della patata consumandone la restante porzione, ignari di eventuali rischi. Nell’interessante lavoro pubblicato da Ghislain, si mette in effetti in luce come tanto la tossina in oggetto quanto il suo immediato precursore biosintetico, il deidroipomeamarone, siano ampiamente diffusi anche nei tessuti vegetali apparentemente sani e non solo là dove è localizzata l’infezione; per altro, la tossina viene riscontrata a livelli tossici in tutte le parti, tali da rendere inidoneo il vegetale per il consumo sia umano che animale.
L. N. Wamalwa, X. Cheseto, E. Ouna, F. Kaplan, N. K. Maniania, J. Machuka, B. Torto, M. Ghislain Rivista: J. Toxic Ipomeamarone Accumulation in Healthy Parts of Sweet potato (Ipomoea batatas L. Lam) Storage Roots upon Infection by Rhizopus stolonifera. Agric. Food Chem., 63 (1): 335–342 (2015)

 
di D.Merli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati