L’effetto dei metalli pesanti sull’uomo

environmental pollution - researchEsistono elementi che fanno parte della struttura del suolo terrestre, come l’arsenico, il berillio, il cadmio e il piombo, che possono entrare a contatto con l’organismo umano, alterandolo. Certo, perché ciò avvenga la loro presenza in un organismo umano deve superare un certo valore soglia, oltre il quale scatta la loro tossicità. Questi elementi possono quindi trovarsi nel suolo, in aria e nelle acque naturalmente, oppure finirci per effetto di comportamenti umani e delle attività industriali. A questi si aggiungono poi altri elementi pericolosi, come il Mercurio e il Nichel. «Il principale pericolo legato ai metalli è la loro tendenza, comune agli inquinanti organici persistenti, di accumularsi all’interno di alcuni tessuti degli esseri viventi, e si parla si bioaccumulo, determinando effetti negativi alla salute – spiegano da Arpa Lombardia, dove aggiungono – Oltre al piombo, i metalli più rappresentativi per il rischio ambientale a causa della loro tossicità e del loro uso massivo sono il cadmio, il nichel e l’arsenico, classificati dalla IARC (Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro) come cancerogeni per l’uomo. Per tali motivi la normativa vigente ha previsto un valore limite per il piombo e valori obiettivo per arsenico, cadmio e nichel». Parlare di questi elementi e della loro presenza in ambiente significa mettere mano a normative differenti, ognuna delle quali concentrata su un particolare comparto ambientale: obiettivo comune a tali normative, tuttavia, è assicurarsi che i valori presenti in ambiente di tali elementi restino sotto determinate soglie, non solo in protezione alla salute umana, ma anche a quella ambientale. Ma per potersi assicurare che i livelli non vengano superati, bisogna effettuare continue analisi dei diversi comparti, ogni volta utilizzando metodologie specifiche che, spesso, vengono proprio indicate dalle normative nazionali ed europee.

di S. Somaré

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati