Materiali biologici trasparenti

Neuroscienziati giapponesi del Riken Center for Developmental Biology hanno messo a punto una soluzione che permette di rendere trasparente la materia biologica. Tre giorni dopo la sua applicazione a embrioni e cervelli di topo, hanno potuto guardare attraverso queste strutture mediante microscopia a fluorescenza con una risoluzione incomparabilmente più alta di quanto si fosse ottenuto finora. Rispetto ad altre tecniche già sperimentate in passato che provocavano danni chimici e morfologici ai campioni, il nuovo metodo fa uso di una soluzione a base di acqua e fruttosio che, oltre a ridurre enormemente i tempi di azione, non provoca effetti indesiderati né sulla forma né sulla natura chimica dei campioni, né sui coloranti iniettati (come la proteina fluorescente verde).

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati