Micotossine prodotte dal parassita viticolo Phomopsis sp.

Italian vineyardFra le molte parassitosi che possono colpire i vitigni, particolarmente poco desiderabile è la necrosi corticale, sia perché è associata a un rapido deterioramento del filare di vite sia perché i funghi responsabili, appartenenti al genere Phomopsis, producono micotossine dotate di una certa pericolosità per l’uomo. Alcuni ricercatori hanno messo in evidenza come differenti specie del patogeno siano in grado di produrre tossine eterogenee fra loro e in percentuali diverse. In particolare, dei nove ceppi fungini considerati, tre mostrarono di produrre otto metaboliti principali, caratterizzati dagli autori tramite tecniche spettroscopiche e NMR. Fra le micotossine identificate, sono state trovate alcuni composti già noti quali il citosporone B e quattro nuovi composti a struttura furanonica. I ceppi fungini produttori di micotossine sono stati riconosciuti come Phomopsis sp., Phomopsis viticola Sacc e, Phomopsis viticola complex. Gli autori hanno condotto anche una serie di test di sensibilità del patogeno in esame ai più comuni antiparassitari e hanno valutato il grado di infettività nei confronti di tessuti di Vitis vinifera, mettendo anche in luce che il tipo di micotossine prodotte varia non solo in funzione del ceppo considerato, ma anche a seconda del cultivar del vitigno parassitato.
M.-L. Goddard, N. Mottier, J. Jeanneret-Gris, D. Christen, R. Tabacch, E. Abou-Mansour. Differential Production of Phytotoxins from Phomopsis sp. from Grapevine Plants Showing Esca Symptoms. J. Agric. Food Chem. 62 (34): 8602–8607 (2014)

di D. Merli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati