Modello di cellule epiteliali nasali umane adattate per l’esposizione diretta e ripetuta a sostanze inquinanti disperse nell’aria

18115L’epitelio delle vie respiratorie che riveste la cavità nasale svolge un ruolo fondamentale nei meccanismi di difesa e di protezione delle vie stesse. L’inquinamento atmosferico induce alterazioni legate a malattie delle vie respiratorie come l’asma. Solo pochi studi in vitro fino a oggi sono riusciti a riprodurre con successo condizioni fisiologiche relative al tipo di cellulare e all’esposizione cronica a inquinamenti atmosferici. Si quindi cercato di creare un modello in vitro di cellule delle vie aeree umane epiteliali di origine nasale (hAECN) il più simile possibile alla reale funzionalità delle cellule umane, specificamente adattate per studiare gli effetti biologici dell’esposizione a inquinanti indoor gassosi, a livello ambientale. hAECN sono stati esposti a un’interfaccia aria-liquido uno, due, o tre volte a intervalli di 24 h per 1h, ad aria o formaldeide (200 μg/m3), un inquinante gassoso dell’aria indoor. Tutti gli esperimenti sono stati ultimati al quarto giorno, in cui sono stati valutati sia la vitalità cellulare, che la produzione di citochine. Aderenza ottimale e confluenza delle cellule sono state ottenute 96 ore dopo la germinazione delle cellule su collagene IV-prerivestito. L’esposizione diretta e ripetuta a formaldeide non ha prodotto alcun danno cellulare o cambio di produzione IL-6, anche se è stata osservata una debole riduzione della produzione di IL-8, solo a seguito della terza esposizione. Il modello hAECN risulta significativamente migliorato rispetto ai precedenti, in particolare nel tipo di cellule e nel protocollo di esposizione ripetuta.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati