Pesticidi: la relazione annuale EFSA

I programmi nazionali di monitoraggio sui pesticidi hanno riscontrato che il 97,2% dei campioni conteneva residui entro i limiti legalmente ammessi in Europa (livelli massimi di residui). Lo riferisce l’Autorità europea per la sicurezza alimentare nella quarta relazione annuale “The 2010 European Union Report on Pesticide Rsidues in Food”, che presenta i dati relativi al 2010 sui residui di pesticidi riscontrati negli alimenti all’interno dei 27 Stati membri della UE, oltre che in Islanda e Norvegia. Nell’ambito di questa analisi, l’Efsa ha sperimentato l’approccio “valutazione del rischio cumulativo” per il calcolo dell’esposizione attraverso la dieta. Il metodo considera gli effetti potenziali dell’esposizione multipla a diverse sostanze chimiche che possiedono proprietà tossicologiche simili.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati