Pianta di tabacco GM

Normalmente, una pianta di tabacco cresce fino a un metro e mezzo o due metri al massimo per tre o quattro mesi, poi fiorisce e muore. Alcuni ricercatori dell’Istituto Fraunhofer di biologia molecolare ed ecologia applicata IME a Monaco, in Germania, hanno scoperto un interruttore genetico in grado di impedire alle piante di sbocciare e fiorire, ma anche di andare verso la senescenza. I ricercatori hanno modificato il gene in modo che la fioritura della pianta venga ritardata e poi hanno reinserito il gene modificato nella pianta usando un batterio. La prima pianta di tabacco geneticamente modificata dai ricercatori di Monaco guidati da Dirk Prüfer adesso ha quasi otto anni ma continua a crescere, ed è alta sei metri e mezzo. Il principio di disattivare i limiti di crescita delle piante potrebbe essere trasferito al altri tipi di pianta, sostengono gli scienziati, che stanno lavorando sulle piante di patata per fare in modo che le colture producano una quantità di biomassa molto maggiore. In futuro, i ricercatori vogliono utilizzare una mutagenesi chimica usando additivi chimici per portare cambiamenti nella sequenza del DNA di un seme. Il vantaggio è che una pianta coltivata in questo modo non sarebbe più geneticamente modificata ma coltivata usando tecniche standard.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati