Pirosequenziamento del DNA

Ricercatori spagnoli dell’Istituto di Agrochimica e Tecnologia alimentare (IATA-CSIC) e delCentro Superiore statale di Ricerca Sanitaria (CSISP-GVA) hanno utilizzato il sequenziamento massivo delDNA (pirosequenziamento) per identificare il “microbioma” naturale dellatte materno. Sono state così evidenziate quali variabili, pre- e post-natali, influenzano la ricchezza microbiologica del latte. Per esempio, le più comuni specie trovate nel colostro sono state Weissella, Leuconostoc, Staphylococcus, Streptococcus e Lactococcus. Nel latte escreto tra il primo e il sesto mese di allattamento, sono stati invece osservati batteri tipici della cavità orale, come Veillonella, Leptotrichia e Prevotella. Inoltre, si è evidenziato che il latte delle madri in sovrappeso, o di quelle che avevano acquistato troppi chili in gravidanza, conteneva una minore diversità di specie.

 

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati