Progressi del consorzio Neurostemcell

Sia la malattia di Huntington sia quella di Parkinson sono innescate dalla degenerazione di specifici neuroni del cervello: striatali nella Huntington e dopaminergici nel Parkinson. Guidato dalla professoressa Elena Cattaneo (nella foto) dell’Università degli Studi di Milano, il consorzio Neurostemcell comprende 13 enti di ricerca e 3 pmiprovenienti da 6 Stati membri della Ue (Danimarca, Francia, Germania, Italia, Svezia, Regno Unito), oltre che dagli Usa. Obiettivo è lo sviluppo di cellule e reagenti adatti all’uso clinico, sicuri e convalidati per neuroni dopaminergici e striatali che possano essere trapiantati in pazientie da utilizzare anche per nuovi farmaci. Il gruppo sta individuando procedure e sistemi di sicurezza che permetteranno la completa eliminazione di cellule proliferative e/o tumorali dalle preparazioni di cellule trapiantate. Sta inoltre applicando strumenti di imaging in vivo per il monitoraggio non invasivo della sopravvivenza e della crescita delle cellule trapiantate, e sviluppando procedure e protocolli per la produzione riproducibile, sicura e su grande scala di cellule staminali e della loro progenie con standard adeguati all’uso clinico.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati