Prove in vitro dell’attività depigmentante di Paeonia lactiflora

wikipedia

wikipedia

La radice di Paeonia lactiflora è da sempre utilizzata nella medicina tradizionale cinese per problemi di pigmentazione cutanea. Un gruppo di ricercatori ha quindi deciso di studiare l’attività depigmentante di questa radice, e in particolare del suo composto peoniflorina, per applicazioni cosmetiche, utilizzando un modello tridimensionale di pelle umana pigmentata al quale sono stati applicati a livello topico due diversi composti: estratto di radice di Paeonia lactiflora, contenente il 53.25% di peoniflorina e peoniflorina al 97% di purezza. Gli effetti sulla melanina sono stati valutati utilizzando due metodi specifici: la colorazione di Fontana-Masson e la microscopia multifotonica. I risultati sono interessanti per il mondo cosmetico e dermatologico: tanto l’estratto quanto la peoniflorina quasi pura hanno indotto infatti una riduzione di melanina nel tessuto pigmentato.
Qiu, J., Chen, M., Liu, J. Et al; The skin-depigmenting potential of Paeonia lactiflora root extract and paeoniflorin: in vitro evaluation using reconstructed pigmented human epidermis; International Journal of Cosmetic Science; vol. 38, num. 5, pg 444-451 (2016). Doi 10.1111/ics.12309.

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/ics.12309/full

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati