REACH e UE alle prese con test alternativi a quelli in vivo

Scientist pipetting medium into 12-well plateL’ECHA (European Chemicals Agency) ha recentemente pubblicato il secondo rapporto riguardante l’impiego di metodi alternativi ai test in vivo per la valutazione del rischio chimico delle sostanze (REACH). In base ai dati ottenuti, si è osservato un significativo aumento del numero dei dossier registrati relativi alle proprietà chimico-tossicologiche dei composti in cui si è fatto a meno dell’uso di test su animali. Da un lato, è aumentato il numero di studi in cui si impiegavano test in vitro in alternativa ai test in vivo, dall’altro spesso le proprietà delle sostanze da registrare tramite REACH si inferivano mediante il così detto “read across”, ossia da informazioni e dati relativi a composti chimici correlati, opportunamente rielaborati. Sebbene il valore di tali predizioni sia dubitabile, visto la tossicità per lo più specie-specifica delle molecole, ciò ha avuto il notevole pregio di diminuire il numero di animali sacrificati per ottenere i dati. Fra tutti gli esempi riportati, particolarmente meritevole e degno di nota è l’impiego di modelli in vivo per la predizione di proprietà quali l’azione irritante su occhi e pelle mediante cellule e tessuti coltivati in vitro. L’obiettivo di ECHA è quello di promuovere un ricorso sempre minore ai test su animali e, in occasione della presentazione del report, ha rilevato anche come talvolta sia stato fatto ricorso a test in vivo nell’ambito del REACH senza preventivamente chiedere l’autorizzazione all’ente preposto.
Il prossimo rapporto sullo stato dell’arte verrà presentato nel 2017; i risultati ottenuti verranno usati per promuovere la diffusione dei test in vitro, così che sebbene le procedure di registrazione dei composti chimici restino drammaticamente burocratizzate, almeno si eviterà che causino sofferenza del tutto inutile e ingiustificata a specie viventi.
Ulteriori informazioni si possono trovare al link: http://echa.europa.eu/view-article/-/journal_content/title/reach-report-on-alternatives-to-animal-testing-press-release

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati