Regolazione del glucosio Specie-Specifica e ricerca sul diabete di tipo 2

18094Il diabete mellito di tipo 2 (T2DM) ha raggiunto proporzioni epidemiche a livello mondiale e i modelli animali che simulano il T2DM nell’uomo sono largamente utilizzati per studiare i meccanismi della malattia e per sviluppare prodotti farmacoterapici. Durante gli ultimi 30 anni i modelli sui roditori per il T2DM hanno permesso la redazione di più di 50 pubblicazioni al mese; in ogni caso, molti dettagli della patogenesi del T2DM umano restano ancora poco chiari; ciò significa che la prevenzione della progressione della malattia resta sfuggente. Questo articolo studia le ragioni di questa discrepanza tramite l’analisi delle evidenze sperimentali relative al T2DM provenienti dai modelli basati sui roditori. L’analisi ha rivelato significative differenze specie-specifiche a ogni livello della regolazione del glucosio derivante dall’espressione gene/proteina, dal segnale cellulare, dai tessuti, organi e popolazione. Per fare un esempio che sta alla base del metabolismo del glucosio, a livello di acido nucleico nell’uomo è presente un gene dell’insulina, mentre nel roditori 2 geni non allelici di insulina. Data l’estesa barriera specie-specifica che genera un divario incolmabile tra le due specie, c’è un’urgente necessità di impiegare e sviluppare strategie di ricerca basate sul modello umano in modo da fare un grande passo avanti contro la diffusione del diabete mellito di tipo 2.
P. Charukeshi Chandrasekera and John J. Pippin. http://dx.doi.org/10.14573/altex.1309231

di S.Lazzari

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati