Residui di mercurio negli alimenti

L’EFSA, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, ha stabilito nuove Dosi Settimanali Tollerabili (Tolerable Weekly Intakes, TWIs) per proteggere i consumatori dagli effetti avversi sulla salute correlati alla possibile presenza di metilmercurio e mercurio inorganico negli alimenti. Sebbene l’esposizione media a metilmercurio, la forma più tossica di questo metallo, negli alimenti è lungi dall’eccedere la TWI, il rischio aumenta per chi consuma pesce di frequente e in grandi quantità, compreso le donne in gravidanza. L’esposizione al mercurio inorganico, attraverso il cibo, per la maggior parte delle persone è invece comunque lontano dall’eccedere le dosi settimanali tollerabili.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati