Rilascio di sostanze tossiche a opera della gomma riciclata

Stack of new tiresSicuramente il riciclo delle materie plastiche è cosa nobile e da incentivare, ma talora questa pratica può regalare qualche brutta sorpresa, potendo il materiale riciclato risultare contaminato da sostanze potenzialmente tossiche. Questa è la tesi sostenuta da Dagnac e colleghi: essi hanno infatti analizzato il profilo di rilascio di alcuni inquinanti da parte di pavimentazioni e cortili per ricreazione costruiti con gomma riciclata, ottenuta da ruote di autoveicoli. L’analisi diretta del materiale mediante GC-MS previa estrazione con solvente, così come l’analisi mediante la stessa tecnica ma preceduta da campionamento SPME della fase aerea al di sopra dei campioni, ha mostrato in tutti i campioni analizzati (una trentina) la presenza di un grande numero di sostanze notoriamente pericolose. In particolare, sono stati trovati ftalati, antiossidanti (quali BHT e derivati fenolici), benzotiazoli e alcuni idrocarburi policiclici aromatici (IPA) notoriamente cancerogeni. Nel dettaglio, gli IPA erano presenti a concentrazioni elevate (fino all’1%) nel materiale plastico riciclato, e parte di essi si è visto che volatilizza e viene rilasciata nell’ambiente allo stato aeriforme. Ne risulta che l’impiego di materiale plastico riciclato ottenuto da ruote di autoveicoli dovrebbe essere meglio regolamentata, visto che nel caso di pavimentazioni adibite a cortili per ricreazione a essere esposti a tali contaminanti sono principalmente i bambini.
M. Llompart, L. Sanchez-Prado, J. P. Lamas, C. Garcia-Jares, E. Roca, T. Dagnac. Hazardous organic chemicals in rubber recycled tire playgrounds and pavers. Chemosphere 90(2):423–431 (2013)
di D.Merli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati