Saggio rapido in vitro per valutare il potere irritante di un mascara

Il mascara è un blando irritante che causa una gamma di problemi alla salute. Per predire l’irritazione oculare, sono stati sviluppati diversi metodi in vitro alternativi ai test su animali. Per misurare la tossicità del mascara, alcuni ricercatori dell’Institute of Integrative Biology, University of Liverpool (UK) hanno testato i cambiamenti di un attributo facilmente quantificabile: il tasso di crescita di due protozoi ciliati facilmente coltivabili (Paramecium caudatum, Blepharisma japonicum). Entrambi sono grandi, si muovono lentamente e possono facilmente essere contati al microscopio. È stato sviluppato un saggio biologico con cui sono stati testati sei mascara commerciali: attraverso analisi statistica Anova sono state valutate le differenze significative nel tasso di crescita in seguito ai trattamenti, per entrambi i protozoi. I ricercatori hanno esaminato come prima cosa la dose-dipendenza delle risposte, effettuando un lavoro preliminare per determinare i livelli appropriati di prodotto per avere risposte subletali. Hanno poi dimostrato che alcuni prodotti determinavano mortalità ad alte concentrazioni, altri riducevano il tasso di crescita di oltre il 50% (rispetto al controllo), mentre altri ancora non avevano un effetto significativo. Secondo gli autori dello studio i due cliati sono modelli adatti per verificare l’irritazione oculare da mascara e il test messo a punto è risultato rapido, di facile utilizzo e a basso costo; il passaggio successivo sarà la validazione di questi biosaggi confrontandoli a quelli su animali e conducendo studi epidemiologici.
International Journal of Cosmetic Science. doi: 10.1111/ics.12106

di Silvia Guenzi

 

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati