Sicurezza e impatto ambientale dei tensioattivi

shampoMolto si discute circa l’impatto sulla salute e sull’ambiente dei tensioattivi, alcuni dei quali vengono additati come possibili sorgenti delle più diverse patologie, dalle allergie al cancro: in particolare, il sodio dodecilsolfato (detto anche sodio laurilsolfato) è parecchio discusso e concentra su di sé molte delle critiche più comuni. Un gruppo di ricercatori guidati da Stanton ha voluto affrontare l’argomento col maggiore raziocinio e distacco possibile, valutando il reale pericolo derivante da tali detergenti e da alcuni suoi parenti stretti. In particolare, basandosi su più di 250 pubblicazioni presenti nella letteratura scientifica, hanno valutato l’impatto su ambiente e salute di alchilbenzensulfonati, alcoli etossilati, etossisolfati. Tali sostanze sono prodotte in grosse quantità e sono ampiamente diffuse in molti prodotti di uso comune, dai cosmetici ai detergenti per uso domestico e industriale. Gli autori sottolineano come queste sostanze non sembrano avere, al meglio delle nostre conoscenze, un impatto negativo sugli organismi acquatici o sull’ambiente in generale, almeno alle concentrazioni attualmente più comunemente rilevate nei comparti ambientali monitorati. Inoltre, anche l’impatto sull’uomo sembra basso, data anche la biodegradabilità dei composti al momento più utilizzati.
C. Cowan-Ellsberry, S. Belanger, P. Dorn, S. Dyer, D. Mcavoy, H. Sanderson, D. Versteeg, D. Ferrer, K. Stanton. Environmental safety of the use of major surfactant classes in North America. Critical Reviews in Environmental Science and Technology, 44(17): 1893-1993 (2014)

di D. Merli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati