Sistema preparativo Sepacore X50

BuchiIl percorso che porta alla produzione di un nuovo farmaco antitumorale è lungo e tortuoso, ma degno di essere percorso. Una buona parte dei farmaci antitumorali è stata scoperta direttamente dalla natura, e Il primo passo nella caccia di tali molecole è quindi l’estrazione chimica dalla matrice e la sua purificazione. Una prima separazione a bassa pressione (MPLC) consente di ottenere l’estratto separato in frazioni aventi differente polarità chimica. Per ottenere un singolo composto purificato, occorre procedere con ulteriori fasi, aumentando la pressione di esercizio, utilizzando fasi stazionarie sempre più fini. I singoli composti vengono poi identificati e caratterizzati con tecniche spettroscopiche. A questo punto, la ditta Büchi propone il suo sistema Sepacore X50, che permette di ottimizzare i tempi di purificazione nei vari passaggi preparativi. Esso si è dimostrato particolarmente versatile e robusto, grazie al sistema con doppia pompa da 50 bar, adatto sia nella fase di bassa pressione, ma anche con colonne di maggiore risoluzione. La possibilità di esercitare dei gradienti precisi e riproducibili e la grande capacità del collettore di frazioni C-660 (fino a 12 litri di raccolta), adattabile a qualsiasi tipo di detector, ne fanno uno strumento versatile e ideale per questa tipologia di preparazione.

 

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati