Studi cristallografici mediante laser a raggi X (SACLA)

okayamaIl centro per l’Informazione Pubblica dell’Università di Okayama ha recentemente pubblicato sulla prestigiosissima rivista Nature i brillanti risultati ottenuti dagli studi sul Fotosistema II di trasduzione dell’energia nelle piante, facente parte del processo della fotosintesi clorofilliana. I risultati sono stati resi possibili dall’impiego della sorgente di raggi X più luminosa disponibile sulla Terra, ossia l’X-ray free electron laser (XFEL) facility facente parte del complesso SACLA, in Giappone, comprendente anche un sincrotrone e altamente all’avanguardia per lo studio e l’uso di sorgenti spettroscopiche di grandi dimensioni. Solo con tale strumento è stato possibile ottenere dettagli spettrografici e cristallografici tali da poter essere impiegati per la pubblicazione. Il livello di risoluzione ottenuto è fra i migliori disponibili, e inoltre a differenza della luce di sincrotrone precedentemente usata per studi simili, il sistema XFEL non è per nulla distruttivo nei confronti dei cristalli esaminati e permette di ripetere le misure numerose volte sullo stesso campione. Una facility di cui tenere conto e cui riferirsi quando occorrono studi cristallografici di particolare delicatezza.

di D.Merli

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati