Test sui farmaci senza animali

Scienziati della Herriot-Watt University di Edimburgo, in Scozia, sono riusciti a stampare in laboratorio ammassi tridimensionali di cellule staminali embrionali umane, che dopo il processo sono rimaste vitali, capaci di riprodursi e di formare cellule specializzate. Per non distruggere le delicatissime cellule durante il processo di stampa, i ricercatori hanno costruito una stampante speciale i cui ugelli si aprono e chiudono grazie alla pressione dell’aria, che entra da una microvalvola. Secondo gli autori della ricerca, pubblicata su «Biofabrication», con la tecnica si possono produrre campioni di tessuto da usare per il controllo della tossicità dei farmaci sull’essere umano, evitando i test sugli animali. E in futuro, anche organi artificiali per i pazienti.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati