Tossicità di materiali nanostrutturati: graphene e graphene ossido

(Wikipedia)

(Wikipedia)

Il grafene e l’ossido di grafene stanno vivendo il loro momento d’oro nell’ambito della ricerca scientifica, come a loro tempo fecero altre due forme allotropiche del carbonio (ossia fullerene e nanotubi di carbonio), ultimamente caduti in parziale disgrazia perché le reali applicazioni non hanno saputo tenere fede alle promesse fatte dagli scienziati al momento della loro scoperta. Comunque sia, un aspetto di certo interessante e meritevole di essere studiato riguarda la tossicità di questi materiali e il loro impatto sulla salute umana. Questo è particolarmente vero nel caso del grafene e dei suoi derivati, per cui si prospettano anche potenziali applicazioni in ambito biomedico e un vasto uso in campo nanotecnologico in generale. I ricercatori, guidati da Durán, hanno quindi deciso di concentrare i loro sforzi per sondare il dissestato terreno della nanotossicità di grafene e grafene ossido, proponendo un sunto dei principali e più attendibili studi di letteratura in materia. Nell’articolo, si trattano sia i possibili meccanismi di azione tossica dei materiali, sia il loro effetto macroscopico sugli organismi testati. Anche se non mi sembra molto corretto svelarvi il finale della lunga e appassionante storia, sembra che sebbene i dati tuttora disponibili siano molto preliminari, i due materiali in esame siano decisamente tossici, risultando anche citotossici a causa (forse) dello sviluppo di ROS. Non proprio un buon inizio, per un materiale che si vorrebbe biocompatibile e in grado di agire da carrier di farmaci.
A. B. Seabra, A. J. Paula, R. de Lima, O. L. Alves, N. Durán. Nanotoxicity of Graphene and Graphene Oxide. Chem. Res. Toxicol. 27(2): 159–168 (2014)
di D. Merli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati