Vene artificiali con la prototipazione 3D

La bioingegneria sta lavorando allo sviluppo di organi in laboratorio per cercare di ridurre i tempi di attesa dei trapianti. Uno dei problemi da affrontare per riuscire a produrre quelli di grandi dimensioni è l’alimentazione dei tessuti artificiali, oggi difficile per la mancanza di strutture vascolari adeguate. Un progetto, di cinque dipartimenti del Fraunhofer Institute, in Germania, ha condotto alla produzione di sottili strutture biologiche combinando la tecnologia di stampa 3D della prototipazione rapida e la polimerizzazione a due multifotoni. Il materiale polimerico, trattato attraverso brevi ma intensi impulsi laser che stimolano la reticolazione delle molecole, diventa un solido elastico, ideale per alimentare le cellule.

 

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati