Verso l’eugenetica o la cura delle malattie genetiche?

pipette Labor ChemiePrima di studiare l’effetto di procedure mediche e biotecnologiche sull’uomo, ci si dedica spesso allo studio degli esiti delle stesse in primati e scimmie, con risultati che se non immediatamente traducibili all’uomo, sono comunque altamente predittivi. A questo proposito, e in maniera che forse inquieterà qualche animo, gli scienziati guidati da Sha hanno pubblicato un articolo che apre le frontiere della manipolazione genetica pre-impianto degli embrioni. Nel dettaglio, sfruttando il vettore CRISPR/Cas9, gli autori sono riusciti a importare nelle cellule embrionali della scimmia cynomolgus alcuni frammenti di mRNA e sgRNA in grado di modulare in una sola volta l’attività di due geni selezionati (Ppar-γ e Rag1), senza effetti mutagenici paralleli a quelli desiderati. Questo approccio permette la generazione di scimmie cynomolgus geneticamente modificate, in cui i geni da modificare possono essere selezionati in maniera opportune a seconda dei frammenti di acidi nucleici introdotti nelle cellule embrionali. Un grandissimo risultato scientifico o un’inquietante passo avanti verso l’eugenetica? Forse entrambe le cose. Nel frattempo, a giudicare dai redazionali apparsi su riviste quali Science e Nature, la comunità scientifica internazionale sembra spaccata fra queste due opinioni.
Y. Niu, B. Shen Y. Cui, Y. Chen, J. Wang, L. Wang,, Y. Kang, X. Zhao, W. Si, W. Li, A. P. Xiang, J.Zhou, X. Guo, Ye Bi, C. Si, B. Hu, G. Dong, H. Wang, Z. Zhou, T. Li, T. Tan, X. Pu, F. Wang, S. Ji, Q. Zhou, X. Huang, W. Ji, J. Sha. Generation of Gene-Modified Cynomolgus Monkey via Cas9/RNA-Mediated Gene Targeting in One-Cell Embryos. Cell 156 (4): 836–843 (2014)

di D.Merli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Laboratorio © 2017 Tutti i diritti riservati